mercoledì 11 ottobre 2017

Il fastidioso ronzio della zanzara perchè?

Il fastidioso ronzio della zanzara perchè?
L'estate è meravigliosa, sole, mare e soprattutto l'aumento della temperatura, il caldo, aria di vacanze ora di aprire le finestre.

Ed è a questo punto che arriva a disturbare nelle nottate estive uno degli animali più odiosi al mondo, la zanzara.
Punture e pruriti ma soprattutto quel fastidiosissimo ronzio vicino alle orecchie che non fa dormire, e ancora peggio appena si accende la luce la zanzara si volatilizza, da impazzire.

Perché accade tutto ciò? Perché le punture? Perché quel ronzio irritante? Perché le zanzare ronzano vicino alle orecchie per tutta la notte?

Cominciamo col dire che, non tutte le zanzare "ronzano", ad esempio ne è priva di ronzio la zanzara tigre. È presente di giorno specialmente al crepuscolo e prevalentemente all'aperto, quindi difficile che di notte siano loro causa di ronzii molesti e punture.

sabato 7 ottobre 2017

Come leggere il codice sulle uova?

Come leggere codice tracciabilià uova?
Le UOVA sono uno degli alimenti più antichi. Già gli Egiziani, da testimonianze dell'epoca, adoperavano le uova allevando pollame. Nei secoli l'uovo è rimasto pressoché invariato nella forma e nel contenuto, ciò che cambia è il metodo di allevamento, il colore e la conservazione.

Partiamo dalla fine, le uova pur essendo un prodotto molto diffuso, risultano tra gli alimenti più deperibili, e per questo motivo vanno tassativamente conservate in frigorifero. (per un approfondimento su questo argomento leggete questo link).

Il colore delle uova, parliamo del guscio e tuorlo, può variare in base alla razza delle galline e dai mangimi con cui si nutrono. Detto questo le proprietà nutritive e quelle sensoriali non vengono intaccate. L'uomo può intervenire sui mangimi o incroci di razze per modificare questi colori, potrà apparire strano ma lo fanno per farcele apparire più attraenti!

Come si allevano oggi le galline? Purtroppo, e vedremo poi perchè, ci sono più modi come evidenziato nella foto sotto:

Per questo motivo dal 2004 è obbligatorio stampare sul guscio delle uova in commercio il codice di tracciabilità o “etichetta” che serve a ripercorrere l’intera storia dell’uovo che stiamo per consumare.

Come leggere il codice di tracciabilità sulle uova?

venerdì 1 settembre 2017

Come realizzare una vaporiera fai da te

Come realizzare una vaporiera fai da te
Cucino molto spesso, ma "al vapore" se scartiamo le verdure in padella con un poco d'acqua, non ho mai realizzato nulla. In realtà nonostante il periodo salutista, vagano, vegetariano, fruttariano, crudariano che stiamo vivendo in questo lasso di tempo storico, la tecnica di cottura a vapore, quella vera, in Italia è ancora poco diffusa.

La contaminazione culinaria globale si propaga a una velocità impressionante. Programmi tv, viaggi e ristoranti etnici aumentano l'offerta di nuovi piatti e ricette, così come aumenta la curiosità di provare queste novità e talvolta tentare anche a cucinarne qualcuna.

Camminando il via Paolo Sarpi a Milano, per chi non lo sapesse la china town milanese, mi sono imbattuto in negozio/chiosco che preparava dei panini cinesi con vari ripieni. Ho deciso di provarli ed erano davvero buonissimi, se passate di li provateli assolutamente.
Una volta tornato a casa è partita la mega ricerca: come si chiamano, di cosa sono fatti, come si realizzano ecc. Detto fatto, sono i Mantou dei panini al latte e farina cotti al vapore.

Molto bene voglio farli anche io.

La prima cosa a cui penso è che non dispongo di una vaporiera, non ne voglio acquistare una per realizzare solo una ricetta. Non è una questione di prezzo ma un problema di spazio.

Mi sono ingegnato a costruirne una con quello che avevo a disposizione, e voglio riproporlo qui.

martedì 25 luglio 2017

Perchè si chiama cottura a bagnomaria?

Perchè si chiama cottura a bagnomaria?
La leggenda vuole che il metodo di cottura "BAGNOMARIA" sia stato ideato da Maria la Giudea (Myriam) sorella del profeta Aronne e Mosè, vissuta in Egitto trenta secoli fa. 
L'ideazione del sistema, in principio utilizzato per scopi diversi da quello di oggi, inquanto Maria era considerata nel mondo antico, un'alchimistica del popolo ebreo e depositaria dell’arte magica.
Questo procedimento di cottura fu da prima chiamato kaminos Marias, in seguito balneum Mariae per poi arrivare a “bagnomaria”.
Si attribuisce a Maria anche l'invenzione dell'alambicco, uno strumento per distillare gli alcolici, ancora oggi utilizzato.
Il criterio per cui si utilizza “cuocere, scaldare o distillare a bagnomaria”, è una metotologia per induzione indiretta.
Serve ad avere un controllo migliore sul grado di cottura di alcuni composti o alimenti, fa si che i cibi non subiscano forti sbalzi di temperatura, ma una diffusione di calore più uniforme e costante. Va detto che è un metodo di cottura lungo.

Questo mezzo di cottura è molto utilizzato in pasticceria.

Per realizzare in casa ad esempio il cioccolato sciolto a bagnomaria ci vuole:

giovedì 1 giugno 2017

Come rimediare al sudore e il cattivo odore?

Come rimediare al sudore e il cattivo odore?
Tutti sudiamo, chi in modo eccessivo e chi poco, addirittura qualcuno sostiene di non sudare. È solo una reazione naturale del corpo umano, ma che provoca tanti disagi per il nostro modo di vivere e rapportarci in questa società moderna. Probabilmente se vivessimo in zone del pianeta evidentemente rustiche non ce ne preoccuperemmo più di tanto.

Quali sono i motivi e come rimediare a questo molesto e talvolta persistente "problema"?
La sudorazione, è una risposta naturale del fisico, che tramite il sistema nervoso simpatico sottoposto a particolari stimoli, risponde traspirando all’aumento della temperatura dell’ambiente, per riportarlo a uno stato di normalità.
Le motivazioni possono essere di vario genere come ad esempio il semplice caldo, in questo caso, la sudorazione ha lo scopo di abbassare la condizione termica corporea.

La diaforesi potrebbe anche essere causata dall’ansia, lo stress o altre alterazioni fisiche. In generale la sudorazione può risultare di natura fisica o psicologica. Le parti del corpo maggiormente interessate da questo fenomeno sono le ascelle, le mani, il viso e i piedi.

Quali sono le cause che favoriscono la traspirazione cutanea e il suo olezzo?

Fattori esterni: