lunedì 9 luglio 2012

Come riconoscere il pesce fresco?

 come-riconoscere-pesce-fresco
Come per molti alimenti oggi in circolazione, è sempre più difficile stabilire la provenienza e soprattutto capirne la freschezza, insomma comprendere se è buono o meno da consumare.

Per il PESCE, un alimento altamente deperibile, esiste qualche "dettaglio" che ci fa comprendere se è fresco o meno.

Vediamo quali sono le caratteristiche da controllare:

1 - L’occhio, il famoso occhio deve essere vivido e lucido, con cornea trasparente e pupilla nera definita. L'occhio deve essere in leggero rilievo, con il passare del tempo la cornea diventa sempre più opaca e nel pesce avariato è addirittura secca (in quel caso evitate di acquistarlo). 

2 - L’aspetto esterno del pesce deve essere brillante, metallico, iridescente. Il pesce fresco è di solito rigido, in oltre se è freschissimo, è possibile tenerlo per la testa in posizione orizzontale senza che si pieghi. 

3 - L’odore, molto importante, deve essere di mare, tenue e salmastro e mai sgradevole, in poche parole non deve puzzare. 

4 - Le branchie devono essere chiuse e umide, rosee o rosso sangue, perchè con il passare del tempo diventano sempre più scure.. 

5 - Le squame devono aderire al corpo ed essere brillanti. Con il passare del tempo tendono a sollevarsi e staccarsi. 

6 - La consistenza della carne deve essere soda ed elastica (premendo leggermente il pesce con un polpastrello non deve restare alcun incavo).
Forse non sono pochissime queste regoline, ma è assicurato che al momento dell'assaggio ne sarà valsa certamente la pena. 

L'ultima regola è sicuramente quella di usare pesce nostrano, perchè un pesce proveniente dall'atlantico o dal pacifico quasi certamente è congelato.

Buon appetito!

Nessun commento :

Posta un commento